Nico Mirallegro: “Ero un po’ una seccatura” – Intervista per il The Guardian

Nico Mirallegro in The Ark.

Per ogni Guy Pearce o Jenna Coleman, ci sono un centinaio di Dean Gaffneys o Letitia Deans: attori i quali hanno lasciato le soap che li hanno creati, solo per diventare un Ricky Gervais. Nessun pericolo di questo tipo per Nico Mirallegro. Meno di 5 anni dopo aver interpretato il ragazzino emo schizzofrenico Newt in Hollyoaks, è stato nominato per un BAFTA con The Village e recitato nei drama scritti da Paul Abbott e il suo idolo Jimmy McGovern. Più recentemente, ha ottenuto un ruolo in Virtuoso, l’ultima serie commissionata dalla HBO di Alan Ball (Six Feet Under, True Blood). Ma la preoccupazione maggiore ora per Mirallegro, comunque, è come comportarsi con il suo nuovo status di idolo delle teenager.

“Stavo camminando per Oxford Street proprio ora e alcune ragazze hanno iniziato a indicarmi e a urlare,” dice il 24enne con il suo leggero accento di Manchester . “TuttI mi guardavano, tipo, che cosa ha fatto? Ho camminato velocemente, poi mi hanno battuto sulla spalla e detto che venivano dall’Ungheria  – urlavano e tremavano. È strano, non sai come reagire.”

Racconta tutto ciò con meraviglia e imbarazzo. Queste scene di Nicomania si hanno dal suo ruolo come oggetto di desiderio “Finn” in My Mad Fat Diary,  per cui non hanno una notte libera nei 5 mesi di riprese, il cui finale questa estate è “il migliore, una storia d’amore e di crescita. La vita va avanti per tutti”

Così come per Mirallegro, che non ha mai voluto diventare “ragazzo da poster”. Le sue maniere gentili e le sue sopracciglia tristi hanno fatto i suoi feriti, corrotti, innocenti e indimenticabili Newt, Johnjo in Common e un più vulnerabile Jack O’Connel. Ed è indimenticabile perché sembra essere ovunque. L’ultimo dei suoi lavori offre ancora più esposizione, in prima visione sulla BBC1, così come una nuova sfida.

Il modo di Mirallegro di rendere Kenan (The Ark) così ribelle deriva dalla sua esperienza personale. “Ero un po’ una seccatura, dando un po’ di filo da torcere a mia mamma rispondendo sfacciatamente,” ricorda, guardando colpevole per terra. A 13 anni, fu spedito a vivere con suo padre in Spagna, passando 18 mesi in solitudine in una scuola estera. “Vengo da una famiglia di classe operaia, e tutti avevano un sacco di soldi” dice. “Non andavo d’accordo con molte persone lì.” Da una parte, è stata un’esperienza solitaria e di riflessione. Ma è stato anche un involontario scontro nella vita nomade e a volte solitaria dell’attore. Ritornato in Inghilterra, incerto del suo futuro e in preparazione per il college, si aggiunse alla classe di recitazione di sua sorella – “È stata la prima volta in cui ero veramente spaventato” – e fu notato per Hollyoaks.

Nico as Newt in Hollyoaks

“È stata una grande scuola per me nel campo del drama,” dice ora, in difesa del drama di Channel 4, “e penso che le soap abbiano una brutta reputazione. Ma un casting director mi disse: ‘Nico, il tuo momento di lasciare è ora. Se non lo fai, verrai sempre ricordato per questo.’” Lui ha già eclissato le carriere di Will Mellor or Gemma Atkinson grazie ad alcune scelte giudiziose sulla sua carriera. “Preferisco non lavorare per 6 mesi, che fare 6 cose che fanno schifo,” dice “Non vorrei che mia mamma guardasse qualcosa e dicesse: ‘Nico, perchè hai deciso di fare questo?’”

Ha anche recitato in  The Pass, un drama sull’omofobia nel mondo del calcio con with Russell Tovey. E poi c’è Virtuoso della HBO, il cui produttore esecutivo è Elton John. La serie segue la vita della nemesi di Mozart, Antonio Salieri e la sua scuola di prodigi musicali, tra cui il personaggio di Mirallegro. “Sono andato a 6 festival l’anno scorso, ma non sono un musicista” dice con una smorfia. “Ho dormito con il violino cercando di diventare un tutt’uno con esso.”

Non importa. A differenza di  Adam “ respiro ancora” Rickitt o Craig “Check 1-2” McLachlan, questo è un laureato delle soap che sa in cosa è migliore.

FONTE

Traduzione di Roberta Grella

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s